0

Dall’avv. Emanuele Argento: causa su mutuo ed accoglimento delle richieste istruttorie con ammissione di c.t.u. contabile presso il tribunale di Sulmona. Ammortamento alla francese e capitalizzazione composta non esplicitata in ambito negoziale

Tribunale Civile di Sulmona – Ordinanza del 31 Gennaio 2024 – Est. Dott.ssa Anna Maria De Sanctis

 
Mutuo – Interessi – Capitalizzazione composta – Omessa pattuizione – Ricalcolo in regime di capitalizzazione semplice – Ammortamento alla francese – Rilevanza della CTU – Quesiti – Ricalcolo in regime semplice.

E’ ammissibile la richiesta di CTU con ricalcolo del piano di ammortamento in regime semplice in luogo di quello composto con indicazione al ctu del quesito: “provvede il ctu a verificare se il finanziamento oggetto di causa sia costruito in capitalizzazione composta degli interessi, provveda a verificare se il regime composto degli interessi risulta essere esplicito nel contratto ovvero risulti essere occulto, nel caso in cui il ctu rilevi che il contratto di finanziamento sia costruito in regime composto degli interessi provveda a ricalcolare il rapporto in regime semplice degli interessi e con eliminazione nei periodi di riferimento dei tassi con riferimento all’Euribor. Verifichi il ctu se le condizioni economiche espresse in contratto ( compreso il regime finanziario) consentono di ricostruire un solo piano di ammortamento.
Qualora sia possibile ricostruire due o più piani di ammortamento ricalcoli il rapporto al tasso legale, nel caso in cui si verifichi la presenza del regime composto e sia possibile ricalcolare due o più piani di ammortamento ricalcoli il ctu il rapporto in regime semplice degli interessi ed al tasso legale” (segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del Foro di Pescara – www.avvocatoargento.it)

0

Dall’avv. Emanuele Argento in collaborazione con l’avv. Fabio Giorgi: la procura della Repubblica presso il tribunale di Pescara il 26.01.2024 provvede ex art 20 l. 44/99 con la sospensione dei termini per la durata di due anni della procedura esecutiva in relazione alla querela presentata da società pescarere per i tassi d’usura su rapporti bancari di locazione finanziaria / leasing immobiliare.

Procura della Repubblica presso il Tribunale di Pescara – P.M. Dott.ssa Fabiana Rapino – Provvedimento del 26.01.2024 di concessione dei benefici ex art. 20 L. 44/99

 
Denuncia querela con riguardo ad ipotesi usura bancaria su rapporti di locazione finanziaria / leasing immobliare – Istanza per l’ottenimento del “provvedimento di sospensione dei termini art. 20 c. 7 L. 44/99, nel testo sostituito ex art. 2, co. 1, lett. d) n. 1), L. n. 3/2012 – Ammissibilità –

Considerato che il predetto procedimento penale ha riguardo ad ipotesi di usura bancaria in relazione a contratti di locazione finanziaria / leasing immobiliare e che l’esponente in sede di denuncia querela ha allegato perizia contabile di parte e da cui emerge che nel corso dei predetti rapporti sono stati applicati tassi d’interesse superiori ai tassi soglia di riferimento che, allo stato, quantomeno sotto il profilo oggettivo dello sforamento dei tassi applicati rispetto a quelli massimi consentiti per legge in relazioni ai contratti di locazione finanziaria stipulati dai querelanti, consente l’accoglimento da parte del P.M. ex art.20 c. 7 L. 44/99, nel testo sostituito ex art. 2, co. 1, lett. d) n. 1), L. n. 3/2012, della sospensione dei termini di scadenza degli atti aventi efficacia esecutiva nell’ambito della procedura esecutiva per la durata di due anni (segnalazione dell’Avv. Emanuele Argento del foro di Pescara – www.avvocatoargento.it) (riproduzione riservata)

0

Dall’avv. Emanuele Argento: in data 19.01.2024 dinanzi il tribunale di Pescara ottenuta la sospensione dell’esecuzione / efficacia esecutiva del titolo avanzato dalla banca con atto di precetto (fattispecie: atto di precetto di euro 266.672,01 su mutuo fondiario)

Tribunale Civile di Pescara – Giudice Dott.ssa M. Di Cintio – Ordinanza del 19.01.2024 – Sospensione dell’efficacia esecutiva del titolo (nella fattispecie atto di precetto di pagamento su mutuo fondiario)

 
Rapporto bancario di mutuo fondiario – Opposizione all’atto di precetto – Carenza di prova sulla titolarità del credito della società cessionaria con particolare riferimento alla carenza di legittimazione attiva della società cessionaria su cui ricade l’onere di dimostrare il trasferimento del credito – Esigenza cautelare sottesa al “fumus boni iuris” ed ai “gravi motivi” per il pericolo che l’esecuzione forzata possa danneggiare in modo grave il presunto debitore – Sospensione dell’efficacia esecutiva del precetto ed ammissione di CTU contabile per il calcolo del reale saldo dare – avere tra le parti (segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del Foro di Pescara – www.avvocatoargento.it)

0

Dall’avv. Emanuele Argento: in data 19.01.2024 il tribunale di Pescara non concede la provvisoria esecutività del decreto ingiuntivo avanzato dalla banca per ingenti importi (fattispecie: conto corrente e finanziamento)

Tribunale Civile di Pescara – Giudice Dott. F. Ria – Ordinanza di rigetto del 19.01.2024 di richiesta della provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo opposto

 
Rapporto bancario di conto corrente bancario e finanziamento – Opposizione a decreto ingiuntivo – Respinta la richiesta della banca di concessione della provvisoria esecuzione del decreto ingiuntivo opposto apparendo l’opposizione di pronta soluzione (segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del foro di Pescara – www.avvocatoargento.it)

0

Dall’avv. Emanuele Argento: il tribunale di Chieti in data 19.01.2024 ha provveduto con la rimessione in termini in favore del fideiussore consumatore per dare modo di avanzare l’opposizione tardiva ex art. 650 c.p.c. al decreto ingiuntivo passato in giudicato (fattispecie: conto corrente e finanziamento)

Tribunale di Chieti – Giudice dell’Esecuzione Dott. F. Turco – Ordinanza del 19.01.2024

 
Rimessione in termini in favore del fideiussore consumatore per l’opposizione tardiva ex art. 650 c.p.c. al decreto ingiuntivo passato in giudicato (sulla base della Sentenza della Suprema Corte di Cassazione a Sezioni Unite del 6.04.2023 n. 9479/2023 sull’abusività delle clausole della fideiussione 2, 6, 8 in quanto contrarie alle regole della concorrenza) : 𝐄’ 𝐏𝐎𝐒𝐒𝐈𝐁𝐈𝐋𝐄 𝐂𝐎𝐍𝐓𝐄𝐒𝐓𝐀𝐑𝐄 𝐀𝐕𝐀𝐍𝐓𝐈 IL 𝐆𝐈𝐔𝐃𝐈𝐂𝐄 𝐃𝐄𝐋𝐋’𝐄𝐒𝐄𝐂𝐔𝐙𝐈𝐎𝐍𝐄 𝐋𝐀 𝐍𝐔𝐋𝐋𝐈𝐓𝐀̀ 𝐃𝐄𝐋𝐋𝐄 𝐅𝐈𝐃𝐄𝐈𝐔𝐒𝐒𝐈𝐎𝐍𝐈 𝐑𝐈𝐋𝐀𝐒𝐂𝐈𝐀𝐓𝐄 𝐃𝐀𝐋 𝐂𝐎𝐍𝐒𝐔𝐌𝐀𝐓𝐎𝐑𝐄 𝐀𝐍𝐂𝐇𝐄 𝐈𝐍 𝐂𝐀𝐒𝐎 𝐃𝐈 𝐃𝐄𝐂𝐑𝐄𝐓𝐎 𝐈𝐍𝐆𝐈𝐔𝐍𝐓𝐈𝐕𝐎 𝐍𝐎𝐍 𝐎𝐏𝐏𝐎𝐒𝐓O E QUINDI PASSATO IN GIUDICATO. Il Giudice dell’Esecuzione concede al consumatore, entro quaranta giorni, facoltà di proporre opposizione tardiva al decreto ingiuntivo ai sensi dell’art. 650 c.p.c., esclusivamente per far accertare il carattere abusivo delle clausole incidenti sul credito oggetto di ingiunzione (segnalazione a cura dell’Avv. Emanuele Argento del foro di Pescara – www.avvocatoargento.it)

1 2 3 62

Questo sito utilizza cookies, anche di terzi, al fine di offrire un servizio migliore agli utenti. Per maggiori informazioni o per modificare le tue preferenze sui cookies di terzi accedi alla nostra Cookie Policy